martedì 10 gennaio 2012

Trans Korean Food

Giorno 9 gennaio, lunedì, festa nazionale per ricordare tutti i baldi giovani che diventano maggiorenni, e potranno così coronare il loro sogno, covato da vent'anni, di ammazzarsi di sigarette e alcool. L'indomani è martedì, ma dieteticamente è come se fosse lunedì e quindi, come già detto più volte, mi devo rimpinzare di roba coreana per dar manforte a un alito troppo tollerabile.
Siamo in quattro e il locale prescelto è una delle solite trattorie coreane, una di quelle dove non sono mai andato. Fa bene ogni tanto cambiare.
Arrivano gli antipastini gratuiti. Tre piattini contenenti kimchi, poi quella cosa che non mi ricordo mai come si chiama bagnata nel kochujan, e tre, 3 fettine di renkon ossia radice di loto, nonostante siamo in quattro. Tutto qui? Solitamente gli antipasti sono abbondanti. Che tirchi.
Ordiniamo yakiniku con il suo corredo di sanchu, la lattuga, e un chijimi alle verdure.
Eccoli

La proprietaria del locale, supponiamo che sia una donna perché sembra un trans, ci vuole assolutamente insegnare il modo corretto di mangiare i suddetti, nonostante siamo già più che navigati. Prende subito dei pezzi di chijimi con le mani e li butta nel condimento, ecco perché nella fotografia non compare intero.
Poi prende una foglia di lattuga, ci mette un pezzo di carne arrosto, il miso, l'insalatina di cipolla, una fetta d'aglio, poi mi chiede se mi piace la roba piccante e alla mia risposta positiva ci mette il peperoncino, fa l'involtino con le mani e me lo ficca in bocca.
Per la prima volta in vita mia vedo una cameriera di un ristorante che imbocca il cliente con le mani nude.
Beh ero un po' disabituato al calore umano, vivendo nel paese dove il cameriere è un mestiere che potrebbe fare tranquillamente un robot.
Quando nel piatto di chijimi rimane solo un pezzo, la padrona lo prende con le mani e lo butta nel piatto di uno di noi prima di ritirare il piatto di portata. Mi è sempre più simpatica, ma meglio bere in fretta la birra che rimane prima che me la porti via.
La cena si conclude con un Keranchim e un Miso-chige


Il cibo comunque è straordinariamente buono, soprattutto il chijimi. Complimenti al cuoco e al simpatico trans.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...