giovedì 10 novembre 2011

Udon ai funghi

Ci sono quelle trasmissioni televisive dove uno dice che mangiare una tale cosa fa dimagrire, ed ecco che si corre il rischio di essere obbligati dalla propria bella a preparare una ricetta correlata. Dicevano così per la zuppa di miso la mattina, dicevano così per la dieta della banana e ora hanno detto che i funghi fanno dimagrire.
Quindi la ricetta obbligatoria della serata sono gli udon con i funghi.
Abbiamo a disposizione shimeji, enoki e maitake. Ci sarebbero anche eringi (pleurotus eryngii) ma non li uso perché non ne vale la pena, e nameko che non uso perché fanno un po' schifo.
Prepariamo il mentsuyu come al solito, oppure come in questo caso usiamo quello comprato nelle proporzioni di 1 parte contro 5 parti d'acqua. La quantità è quella necessaria a riempire la ciotola di tutti, i funghi si mettono in quantità a piacere, il bello della cucina sirdicea è che si fa tutto alla member segugii.
Si fa bollire tutto nel calderone, non senza aver prima aggiunto l'immancabile cipollotto affettato e un po' di daikon tagliato a cubetti.
Quando gli ingredienti sono cotti si buttano gli udon. Questo di buttare gli udon direttamente nella brodaglia è il modo più semplice per cucinarli, e fatti in questo modo si chiamano nikomi udon. Ci sarebbe anche la possibilità di cuocerli a parte nell'acqua, ma è troppo complicato.

Poi ci si aggiunge anche un po' di daikon grattugiato, visto che alla televisione hanno detto che il daikon pulisce lo stomaco.
Il responso finale della padrona di casa è estremamente lusinghiero. Scopriamo che il daikon si sposa alla perfezione con i funghi. Sapesse l'impegno che ci ho messo. Si ripromette che me li farà rifare, e mi invita a surgelare i funghi rimasti perché alla televisione hanno detto che i funghi scongelati sono più nutrienti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...