venerdì 23 settembre 2011

Guida allo Yakitori

Questa è una guida per modo di dire, perché con tutti i tipi di leccornie che si possono trovare nei locali di yakitori non sarà certamente esaustiva. Infatti parlerà solamente di quelli che ho appena mangiato. Ordinando questi si può evitare di incappare in brutte sorprese, che magari un giorno racconterò.
Questo qui sotto è Cheese Chicken, dove la carne di pollo proviene dalla coscia.
Questo è semplice aglio servito con miso, consiglio di provare a farselo a casa perché è veramente buono.
Da sinistra, Shiso maki: carne di pollo con sopra una foglia di Shiso, detto anche Ooba o basilico giapponese. Quella cosa rossiccia che c'è sopra è ume, quella specie di schifezza di prugna che magari a voi piace. Naturalmente lo Shiso maki non l'ho mangiato io.
Al centro, Nankotsu, cioè cartilagine. Un po' duretta.
A destra, Shishitou, delle specie di piccoli peperoni.
Qui abbiamo i Tori ninniku, carne di pollo alternata a spicchi d'aglio.
Yaki onigiri, una palla di riso bagnata nel miso e fatta arrosto.
Cipolle o Tamanegi
Tebasaki, l'ala di pollo
Negima, pollo alternato a fette di Negi o cipollotti, e Tsukune, polpette di carne macinata.
E il menu per chi volesse leggerlo.

2 commenti:

  1. Quelli con aglio-pollo devono essere fantastici!

    RispondiElimina
  2. Infatti mi chiedevo se la quantità d'aglio non sia un po' eccessiva. E se lo chiede un piemontese mangiatore di bagna cauda....

    Alberto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...