martedì 9 agosto 2011

Soumen

Care amiche, come va? Oggi mi fingo una massaia come voi, così abbassate la guardia e Zac, vi infilzo con l'uccello multifunzione
Oggi parliamo di soumen, che sarebbero i noodles o gli spaghettini sottilissimi di cui i giapponesi sogliono cibarsi quando sono oppressi dalla calura estiva.

Possiamo prepararli facilmente avendo a disposizione i seguenti ingredienti:

  • Soumen 2 mazzi a persona, anche se nella foto ce n'è solo uno per eleganza
  • Zenzero
  • Tsuyu, di quello già pronto oppure anche fatto con la mia ricetta segreta
  • Shiso, detto anche Ooba e anche basilico giapponese
  • Cipolle lunghe tagliate a fettine sottili

Le cipolle nella foto sono quelle già pronte tagliate e imbustate. Quelle normali dopo un paio di giorni in frigo appassiscono, ma queste durano settimane anche dopo l'apertura e sapete bene quanto sia importante mangiare verdura fresca.
Prima di tutto dobbiamo preparare il condimento. Grattugiamo un pezzetto di zenzero. La foto è riciclata da un post precedente ma il concetto è lo stesso.
Tagliamo lo shiso aka ooba aka basilico giapponese a striscioline, e lo mettiamo in un piattino insieme allo zenzero grattugiato e le fettine di cipolla. In un vasetto mettiamo il mentsuyu freddo, se è di quello già pronto andrà diluito con 2 parti di acqua.
Facciamo bollire i soumen per 1 minuto o 1 minuto e mezzo in acqua bollente non salata
Li scoliamo e li mettiamo sotto l'acqua corrente per raffreddarli, poi ci mettiamo il ghiaccio sopra per decorare. Naturalmente voi li metterete in un piatto prima di mangiarli e non li mangerete come me direttamente dallo scolapasta.
Buttiamo lo zenzero, lo shiso aka ooba aka basilico giapponese e le cipolle dentro il mentsuyu e finalmente ce li possiamo mangiare.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...